Borzì si è dimesso, Giarre si affida a D’Urso

Il coach ha interrotto la sua esperienza con la società ionica… Risolto il contratto con Luigi Russo.. D’Urso nuovo coach.. Borzì: «Mi dispiace, i rapporti erano perfetti»…

La presentazione di Borzì con l'assessore Bonaccorsi e il presidente Spada (foto R. Quartarone)
La presentazione di Borzì con l’assessore Bonaccorsi e il presidente Spada (foto R. Quartarone)

Da lunedì sera Pippo Borzì non è più l’allenatore del Basket Giarre. Dopo Gravina, anche la società gialloblù perde la sua guida, che conclude con un identico ruolino di marcia (una vittoria e sette sconfitte di fila, a cui aggiungere il 9-13 e il 7º posto in C2 lo scorso anno), ma con una squadra che era in crescita. Al suo posto è stato promosso l’allenatore delle giovanili Simone D’Urso, fino a pochi mesi fa playmaker della squadra.

«La dirigenza del Basket Giarre – si legge in una nota – esprime il proprio rammarico per le intervenute dimissioni di coach Pippo Borzì da allenatore della prima squadra. A lui va il più sentito ringraziamento per il lavoro svolto e per l’elevato contributo tecnico ed umano fornito in quasi due anni di collaborazione. Comunica inoltre che è stato consensualmente risolto il rapporto con il giocatore Luigi Russo e che la direzione della squadra è stata affidata al coach Simone D’Urso che gode della massima fiducia di tutto l’ambiente».

Coach Borzì si lascia con la società gialloblù senza polemiche, ma la motivazione non è legata ai risultati sul campo. «Lunedì mi hanno comunicato che sono stato sospeso – afferma l’allenatore -. Mi sono dimesso perché non mi era mai capitato, fino a poco prima ci eravamo sentiti e tutto andava bene. I rapporti con tutti sono stati perfetti, non c’erano avvisaglie di malumori. Purtroppo, durante la partita contro Licata, ho avuto un diverbio con un giocatore nello spogliatoio, forse per questo la società ha voluto sospendermi. Così sono caduti i presupposti della collaborazione che andava oltre la prima squadra. Mi dispiace perché eravamo in crescita e dopo un atteso ciclo terribile (infortuni compresi) eravamo pronti per affrontare le squadre alla nostra portata».

Le dimissioni di Borzì cambiano le carte per il progetto avviato poco più di un anno fa, di cui l’ex allenatore di Ragusa e Pall. Catania era uno dei centri focali. Il compatto staff tecnico delle giovanili, guidato da Giovanni Di Bella, continuerà comunque nel processo di potenziamento del proprio vivaio. Gigi Russo, ultimo acquisto precampionato, invece lascia la squadra dopo soli 23 punti in 6 partite.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.