Prima uscita per Rainbow e Cus femminile

Si gioca a San Pietro Clarenza la partita delle prime volte… Lo Faro: «Soddisfatto del primo impatto»… Bruni: «Saremo una squadra diesel»…

La Manna e Caruso (foto R. Quartarone)

Quella di ieri è stata una serata di prime volte: la prima partita nell’impianto della scuola di polizia penitenziaria di San Pietro Clarenza, la prima amichevole stagionale della Rainbow, la prima uscita del Cus Catania dopo 16 anni. Poco importa il punteggio (40-33), è più interessante notare che le due squadre etnee si stanno ormai definendo. La formazione di casa ha perso alcuni elementi, ma è ripartita con nuove prospettive e ha messo in luce le potenzialità della play reggina Noemi Nucera. Quella ospite, nuova di zecca, si sta scoprendo e conoscendo.

«Non mi aspettavo che avremmo tenuto la gara fino in fondo – confessa Marco Lo Faro, il coach cussino –, loro sono preparate e ci hanno dato molto filo da torcere. Noi veniamo da una situazione in cui le ragazze non si conoscono tutte fra di loro e io non conosco loro. Ce la siamo cavati! Il primo impatto è soddisfacente. Il gruppo mi piace, hanno delle potenzialità buone, dobbiamo trovare una via per svilupparci insieme e divertirci in questo campionato».

Il Cus farà la Serie C, un torneo ancora da scoprire. «Non conosco le altre squadre, né il campionato – riprende Lo Faro. Lo conoscono le ragazze, noi ci prepareremo al meglio per farci trovare pronti per le varie sorprese». Anche la Serie B si prospetta piena di novità: «L’anno scorso siamo state la squadra rivelazione – attacca coach Deborah Bruni – e quest’anno sarà difficile ripetersi. Ora ci conoscono! Sarà difficile, ma mi piacerebbe tanto rifare il campionato dell’anno scorso».

Il nuove acquisto Nucera e Messina (foto R. Quartarone)

Sarà un campionato livellato, ma la Rainbow è pronta per la sfida. «La preparazione è andata bene, grazie anche all’impianto: mi sono sbizzarrita tra campo e palestra. Non saremo sprintose all’inizio del campionato, ma la preparazione durerà tutto il campionato. Sarà una squadra diesel, pronta in primavera».

Pensare alla primavera però è prematuro. «Tutte le squadre si sono rinforzate: La Fenice, Priolo, Palermo, Patti… Quest’anno sarà dura. Ci giocheremo ogni partita. Sono stupita dal Cus, è una bella squadretta, bravo Marco e brave le ragazze! È una bella realtà, brava Stella per l’idea».

Coach Bruni parla anche dell’esordio di Nucera. «Spero che faccia strada, ha gambe e testa. Speriamo di non bruciarla, dovremo darle le giuste indicazioni. Valentina Parisi potrà darle un sacco di esperienza e man forte, potrà solo migliorare e spero che faccia un buon campionato».

La Rainbow esordirà sabato 21 ottobre alle 17:30 contro le eterne rivali del Cus Unime, al PalaCatania. Ancora si aspetta invece il calendario ufficiale della Serie C femminile, in cui militerà anche la terza catanese, la Lazùr.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Your email address will not be published.