Rainbow al capolinea contro il Cus

Gara 2 delle semifinali regionali play off amara, per la Rainbow Catania Basket, che cede 43-40, in casa del Cus Messina e vede sfumare la possibilità di accesso alle finali, che garantiscono un posto negli spareggi nazionali verso la Serie A2. Un match dai due volti, quello condotto al “PalaNebiolo” dalle ragazze arcobaleno: combattivo e arrembante nella prima parte, in apnea nella seconda.
Le etnee partono col piede giusto e la voglia di battagliare su ogni pallone. Il primo periodo va in archivio sul 14-16, in favore delle ospiti, trascinate dalla grinta di Marzia Ferlito. Nella seconda frazione la Rainbow accelera ed il Cus Messina traballa: La Manna mette la tripla che apre il divario tra le due formazioni, a cui fa seguito il doppio colpo di Chiarella, che porta le etnee in vantaggio per 14-23. Le cussine accorciano il gap a cinque punti, con la Kramer, prima dell’assolo ancora di Francesca Chiarella, che rimpingua il vantaggio catanese fino al “+11”, sul 18-28, a poco più di due minuti dalla sirena di metà gara. Borgia dai liberi e Kramer provano a ricucire, ma a pochi istanti dalla fine del periodo Lidia Bruno piazza il canestro che manda la Rainbow Catania in vantaggio di dieci punti (21-31), alla pausa lunga. Come accaduto anche in Gara 1 il match si contrae nel terzo quarto. Saranno però le padrone di casa a sfruttare al meglio questo frangente, mentre le etnee spariscono dal tabellino dopo il “+3” di Capitan Ferlito, a metà frazione. Le cussine rimontano e sorpassano, chiudendo la frazione avanti di tre punti, sul 37-34. Negli ultimi dieci minuti la gara è ancor meno spettacolare: La Manna e Caruso riportano in avanti la Rainbow, firmando la rimonta, sul 37-38. Il Cus Messina controsorpassa con Kramer. La risposta etnea potrebbe arrivare dai liberi, ma il 2/6 degli ultimi minuti di gara non può bastare. Kramer e Borgia confezionano il piccolo vantaggio di tre punti, che basta alle peloritane per guadagnarsi il pass per la finale. A fine gara coach Bruni non nasconde l’amarezza e si complimenta con le rivali: “Abbiamo perso perché le nostre avversarie sono state più brave. In bocca al lupo a loro per il prosieguo dei play off. Voglio ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicino quest’anno, tutti i dirigenti, il team manager, il presidente e tutte le ragazze, che si sono prodigate da agosto. Avrò modo, più avanti, di ringraziare tutti davvero. Rimane l’amaro in bocca perché volevamo andare avanti e non ce l’abbiamo fatta, però questo non è demerito nostro ma un merito delle nostre avversarie”.
CUS MESSINA: Kramer 18; Pellicanò; Borgia 10; Scardino 2; Zagami ne; Polizzi 8; Grillo 3; Cascio; Rabe ne; Boncompagni 2; Mazzullo. Coach: Zanghì
RAINBOW CATANIA: Parrinello; Nucera 2; Ferlito 11; Caruso 2; Costi ne; Bruno; Bruni ne; Chiarella 12; Lombardo; La Manna 8; Lewis 3; Costantino. Coach: Greco
PARZIALI: 14-16; 21-31; 37-34
Arbitri: Fava e Di Giorgi di Palermo
San Pietro Clarenza 22/03/2018

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.