Passerella della nuova Alfa (con la sorpresa)
Bianca: «Puntiamo a vincere ogni possesso»

Il presidente Torrisi: «Stiamo crescendo anno dopo anno»… Carbone: «Serve unità d’intenti»… Di Masi: «Felice e orgoglioso»…

Nico Torrisi e Carmelo Carbone (foto R. Quartarone)

Saletta piena, sorrisi e tanti buoni propositi: la stagione dell’Alfa parte con la sorpresa dell’arrivo di Alessandro Agosta, il pivot dell’Aretusa che da gennaio renderà ancor più competitiva una rosa già di prim’ordine. La seconda stagione di Serie C Silver della squadra catanese sarà quella delle soddisfazioni, nelle intenzioni di dirigenti, staff e squadra. La parola “promozione” è bandita, ma si punta comunque a disputare un campionato di vertice e andare quanto più vicini possibile alla Serie B.

Il presidente Nico Torrisi accoglie tutti i presenti, che si dividono tra sostenitori della ginnastica e sostenitori del basket, e anticipa le prossime dimissioni in favore della moglie Bice Cicirata. Parla più delle giovanili che della prima squadra e fa da moderatore, ben sostenuto dal direttore generale Carmelo Carbone che presenta la squadra.

È più diretto coach Andrea Bianca: «Non si parla per scaramanzia, ma abbiamo uno degli obiettivi più difficili. La società ci sta dando la possibilità di fare un campionato di vertice e noi dobbiamo coglierla. Siamo una squadra fluida. Per arrivare agli obiettivi dobbiamo essere sostenuti dalla società, che non ha nulla da invidiare a realtà professionistiche. Il campionato non sarà facile come si pensava, noi lotteremo su ogni possesso».

La sala piena (foto R. Quartarone)

La presentazione è anche l’occasione per parlare dei progetti del settore giovanile. «La nostra vittoria – afferma il responsabile Davide Di Masiè l’entusiasmo dei ragazzi. Otto anni fa abbiamo presentato la nostra prima squadra, un’Under-13, e oggi posso dire di essere felice, con orgoglio».

«Non vogliamo prevaricare su nessuno – chiude Nico Torrisi – anzi cercheremo sempre più collaborazioni con chi ci vuole sostenere, in un contesto sano ma senza falsa modestia. Inoltre, proprio per il nostro obiettivo di ingrandirci, abbiamo presentato i progetti per il nuovo palazzetto, di cui parleremo presto».

L’Alfa ha gettato le basi affinché questa stagione di Serie C possa essere, in primo luogo, coinvolgente per gli amanti del basket a Catania. Ora si aspetta il riscontro dal campo. «La mia idea è che ci vuole talento, e la squadra ne ha – afferma Alessandro Agosta –. Si dovranno trovare le giuste motivazioni e alchimie. Sono molto fiducioso. Non partiremo come la corazzata da battere, abbiamo tanto da lavorare, unica via per raggiungere il risultato prefissato. La prospettiva di fare i play-off (con una formula da vero basket) con una squadra sana e ambiziosa sarà una spinta per andare fino in fondo».

Roberto Quartarone
da La Sicilia del 02/10/2017

Il tavolo dei relatori: Di Masi, Vigo, Torrisi, Carbone e Bianca (foto U. Pioletti)

Al Grand Hotel Baia Verde grande partecipazione di pubblico ed applausi per il nuovo acquisto Alessandro Agosta.
Il presidente Nico Torrisi: “Il cuore pulsante dell’Alfa restano i giovani. Vogliamo crescere ancora”.

Nella sala Pirandello del Grand Hotel Baia Verde di Acicastello si è tenuta, stamattina, la presentazione della stagione 2017-2018 della Polisportiva Alfa. Il club rossazzurro è pronto per affrontare nuove sfide sportive: la prima squadra di basket prenderà parte al suo secondo campionato in Serie C Silver; i giovani si preparano in vista dell’avvio dei tornei di Promozione (in collaborazione con la Pgs Sales) Under 20, Under 18, Under 15, Under 14 e Under 13; i piccoli del minibasket saranno protagonisti nelle categorie Scoiattoli, Aquilotti ed Esordienti; le ragazze della ginnastica artistica saranno presenti nei campionati Allieve, Junior, Serie C e D. Il presidente alfista Nico Torrisi ha aperto la conferenza stampa, affiancato al tavolo dal direttore generale Carmelo Carbone, dall’head coach Andrea Bianca, dal responsabile del settore giovanile e minibasket Davide Di Masi, e dal responsabile tecnico della ginnastica artistica Maria Pia Vigo. Il numero 1 del club catanese, dopo i saluti di rito, ha presentato l’organigramma societario illustrando i progetti della Polisportiva Alfa.

“Ci apprestiamo ad iniziare una nuova stagione sportiva – afferma Nico Torrisi -. Stiamo crescendo anno dopo anno e per questo ringrazio Carmelo Carbone, Davide Di Masi e Maria Pia Vigo, che fin dall’inizio costruiscono con noi questo progetto giorno dopo giorno sia per quanto riguarda il settore giovanile del basket sia per quanto riguarda la ginnastica artistica senza dimenticare i successi della prima squadra, che Di Masi ha consegnato l’anno scorso al coach Andrea Bianca in Serie C Silver. Il cuore pulsante dell’Alfa restano sempre i giovani. La prima squadra rappresenta una bella vetrina, da offrire soprattutto alle famiglie dei nostri ragazzi, che un giorno mi auguro potranno indossare la canotta del team senior. Per la ginnastica non possiamo che continuare sul solco intrapreso grazie a Maria Pia Vigo, alle istruttrici Caterina Fiducia, Miriam Pulvirenti, Loredana Bruno, Marta Guttadauro, Damiana Licciardello, all’istruttore Andrea Marletta ben supportati dal dirigente Andrea Magrì. Ringrazio i nostri sponsor, che ci permettono di offrire uno spettacolo sempre crescente”.

Torrisi, Bianca e Carbone con i nuovi acquisti: Consoli, Kolonicny e Agosta (foto U. Pioletti)

Il presidente Nico Torrisi ha tenuto a ringraziare i dirigenti Corrado Varrasi, Mario Litrico, Francesco Marino, Emiliano Politi, Alberto Pennisi, il preparatore fisico Paolo D’Antone, gli allenatori Bianca, Taormina, Calabrese, Condorelli e Famà, il dottore Cristiano Crisafulli, l’osteopata Alessandro Grasso e l’assistente minibasket Belluomo.

La “parola” è quindi passata al direttore generale dell’Alfa, Carmelo Carbone, che ha presentato i nuovi acquisti e i componenti del roster formulando i suoi auspici per la nuova stagione sia del basket sia della ginnastica artistica. “Bisogna lavorare seriamente in palestra ed avere unità di intenti – dichiara Carmelo Carbone -. Nella scorsa stagione, da matricola abbiamo raggiunto i play-off. Quest’anno l’organico è stato rinnovato privilegiando la catanesità del gruppo. Accanto agli stranieri Dennis Murphy e Jan Kolonicny sono stati inseriti molti cestisti catanesi, come Marco Consoli, Luca Riferi, Alessandro Florio, Gabriele Bonaccorsi. Tra i riconfermati l’ormai catanese d’adozione Matteo Gottini, Luciano Abramo, Daniel Arena, Loris Catotti, Cristiano Ciro Ferrara, Gianmarco Signorello e i giovani Francesco Gemmellaro e Gabriele Patané”.

L’head coach Andrea Bianca ha delineato le prospettive del torneo di Serie C Silver e presentato lo staff tecnico. “Non posso che ringraziare la società che da quando sono arrivato mi ha supportato in ogni circostanza. Con Salvo Taormina abbiamo fatto, l’anno scorso, un grande lavoro. Grazie al preparatore fisico Paolo D’Antone, la squadra ha corso fino alla fine tenendo sempre bene il campo. Abbiamo introdotto uno strumento molto importante, l’analisi dei video, che quest’anno curerò con Aldo Calabrese. Fondamentale è in tal senso il supporto di Francesco Marino. Il torneo non sarà affatto facile. Tra le avversarie l’Eagles Palermo ha già dichiarato i suoi propositi di vittoria. Tre o quattro formazioni sono molto competitive. Noi esordiremo domenica a Giarre, un campo caldo e una neopromossa difficile da affrontare, che si è rinforzata con giocatori di categoria. Consci delle nostre possibilità, dovremo pensare a vincere ogni singola partita, ogni possesso, ogni ‘uno contro uno’. Venderemo cara la pelle contro qualunque avversario”.

Subito dopo il presidente Nico Torrisi ha svelato la sorpresa annunciata: Alessandro Agosta, centro classe 1984, con esperienze in categorie superiori, indosserà la canotta numero 15 della Polisportiva Alfa. Maglietta che il massimo dirigente alfista ha consegnato personalmente al giocatore tra gli applausi del numeroso pubblico presente. Il responsabile del settore giovanile e del minibasket Davide Di Masi ha sottolineato l’importanza dei giovani cestisti nel futuro dell’Alfa. Nel settore giovanile operano con dedizione e grande professionalità anche Enrico Famà, Mario Condorelli, Marco Consoli e Giorgio Belluomo. “Il progetto Alfa è nato anni fa con una squadra Under 13 – racconta Di Masi -. Anno dopo anno siamo cresciuti e migliorati. Vedo una sala piena di genitori e bambini. Oggi sono felice e orgoglioso. Siamo riusciti a creare una realtà importante e solida. La nostra struttura del Leonardo Da Vinci è satura. Stiamo anche cercando una nuova palestra per poter ospitare tutti i nostri ragazzi. Dagli Scoiattoli all’Under 20 il movimento alfista è cresciuto molto”.

Infine Maria Pia Vigo, responsabile tecnico della ginnastica artistica ha detto: “Il risultato più grande è avere tutte queste bambine in palestra, per tanti anni. Questo mi riempie di gioia. I risultati arriveranno di conseguenza”.

Addetto stampa
Polisportiva Alfa Catania
Umberto Pioletti

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Your email address will not be published.