P. Armerina ci crede 60″ in più di Mascalucia

Tanti ex campioni di C in campo… Caltabiano in stato di grazia… L’esperienza di Bonaiuto e Sortino nella rimonta… Quinta vittoria di fila piazzese…

Mascalucia – Piazza Armerina 71–73
Parziali: 21-19, 37-26 (16-7); 54-47 (17-21), 71-73 (11-26).
San Luigi di Acireale, 20 dicembre, 20:30

Mens Sana Mascalucia: Guzzardi 12, Ferrara © ne, Scerra 14, Zafarana 4, Battiato, E. Pappalardo, Caltabiano 22, Arfaoui ne, Catalano 10, S. Pappalardo 2, Gulinello 7. All.: Giorgianni. Vice: Santangelo.
Grottacalda Piazza Armerina: Giunta ne, Bonaiuto 20, Sortino 18, Florio 1, A. Ciancio © 7, Santanna ne, Cavallo 8, Pecoraro 2, M. Ciancio 12, Conti ne, Di Franco ne, Minnit Sharp 5.
Arbitri: Buscema e Scalone. Udc: Pappalardo e Tarda.

Il play Giuliano Zafarana (foto R. Quartarone)

Mens Sana e Grottacalda danno spettacolo e la vittoria arriva solo all’ultimo secondo per i piazzesi, in una partita che vede in campo tante stelle della C del recente passato. Non si gioca ancora a Mascalucia: il PalaSport non è pronto e i mensanini devono ancora vagare per la provincia, senza un proprio campo. Questa volta ad accoglierli c’è il San Luigi di Acireale e uno sparuto pubblico che però esce dall’impianto soddisfatto per le emozioni date dalla gara.

Mascalucia conduce per 39′, trascinata da uno Stefano Caltabiano in stato di grazia, con Manuel Scerra che combatte ad armi pari con i lunghi piazzesi e Guzzardi e Catalanche sul perimetro sono pericolosissimi. I gialloblù mettono intensità e con una difesa attenta riparte spesso in contropiede trafiggendo i piazzesi. L’inizio degli ospiti è molle, non trovano il canestro e non riescono a prendere le misure del campo.

A. Ciancio subisce uno sfondo, sotto canestro Cavallo, M. Ciancio e Caltabiano (foto R. Quartarone)

Dopo l’intervallo lungo l’inerzia comincia a cambiare. Coach David Cattuti, in tribuna, dà indicazioni di chiudere l’area con una zona che diventa sempre più difficile penetrare per Gulinello e compagni. Nelle ripartenze, Dario Sortino guida per mano i compagni e la rimonta ha inizio. L’espulsione di Francesco Cavallo per doppio tecnico è compensata da un Giuseppe Bonaiuto che entra in partita ed è devastante sotto canestro.

Ed è così che dal 61-56 stabilito dalle triple di Catalano e Alessandro Ciancio, Bonaiuto realizza cinque punti inframmezzati dalla tripla di tabella di Guzzardi. Il fallo di Scerra sul tentativo da tre di Bonaiuto frutta l’aggancio a quota 64, ma lo stesso lungo mascalucese rimette le distanze. Nell’ultimo minuto, ecco che sale in cattedra l’esperienza di Sortino, che fa 4/4 ai liberi dopo due falli subiti consecutivi. A 12″ dalla fine il tiro dalla media di Zafarana riporta tutto sul 71-72, A. Ciancio segna 1/2 ai seguenti liberi e infine il giovane play mascalucese si vede sputar fuori dal ferro il tiro che sarebbe valso il supplementare.

Per i piazzesi, l’anno si chiude quindi con la quinta vittoria di fila, per i mascalucesi c’è ancora da lavorare per risalire la china. Le due squadre chiuderanno l’andata per l’Epifania: Mascalucia in casa (rimane il punto interrogativo) contro Adrano, Piazza Armerina ad Aci Bonaccorsi. 

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.