Rainbow alla fase a orologio da capolista, Patti battuta

Giuliana La Manna prende per mano le compagne… L’esordio di Adoniah Lewis… Bruni: «Contenta dell’intensità che le ragazze mettono nelle partite»…

RAINBOW – ALMA 61-46

RAINBOW CATANIA: Parrinello; Ferlito ne; Caruso 8; Costi; Bruno 4; Bruni 2; Chiarella 16; La Manna 25; Lewis; Spina 6; Rasino ne; Nucera ne. Coach: Greco
ALMA BASKET: Tumeo; Coppolino 6; D’Amico; Cangemi 2; Sciammetta 3; Casiglia 7; Merrina 13; Cappelli 7; Malara 6; Cucinotta 2. Coach: Buzzanca
PARZIALI: 14-11; 33-26; 41-38
Arbitri: Alessandro Lorefice (Ragusa) e Luca Massari Chiaramonte Gulfi (Rg)

La Rainbow Catania Basket chiude la sua regular season con un 61-46 ai danni dell’Alma Basket Patti, che permette alle ragazze di coach Bruni di festeggiare il primato nella Serie B siciliana, a quota 24 punti, in coabitazione col Cus Messina, ma davanti alle tradizionali rivali grazie agli scontri diretti favorevoli. Il successo ottenuto sulle ragazze di Mara Buzzanca è sudato ed a tratti persino sofferto, ma pienamente meritato. La Rainbow esibisce l’ormai consueta partenza diesel. Patti ne approfitta e dà vita ad un match che resterà incerto per lunghi tratti. Il 14-11 della prima frazione ne è un fedele riassunto, con le etnee che non riescono mai a ricavare il break importante. Le catanesi ingranano la marcia giusta ad inizio secondo periodo, quando, grazie anche a due triple firmate da Alice Spina, riescono a raggiungere il “+10” sul 27-17. Ottenuto il vantaggio La Manna e compagne, però, lasciano campo alle peloritane che accorciano sul 27-21, e mancano l’aggancio grazie al cattivo feeling con i liberi. Si va alla pausa lunga sul 33-26. Nei primi 4 minuti della terza frazione le ragazze arcobaleno riescono a riguadagnare un vantaggio consistente, andando sul 39-29. Ancora una volta, però, l’Alma Basket è brava a non disunirsi e trovare la quasi rimonta, accorciando sul 41-38 proprio allo scadere del quarto La gara arriva agli ultimi dieci minuti in bilico. Sarà Giuliana La Manna a prendere per mano le compagne. Patti riesce a contenere il gap nei primi minuti del periodo, tenendo lo svantaggio di tre punti, grazie al 2 su 2 di Merrina dalla lunetta. Da li in poi inizia lo show del numero 14 catanese, che, con 8 punti, mette al sicuro la vittoria che lascia la Rainbow in vetta. A fine partita arriva l’analisi di coach Deborah Bruni, anche oggi in campo con le sue ragazze: “mi aspettavo una partita del genere, perché le ragazze allenate da Mara Buzzanca giocano sempre un bel basket intenso . Sulla nostra gara pesano certe percentuali. Abbiamo fatto 2 su 13 nei “+3”. Forse dobbiamo fare qualche seduta in più di tiro. Sono contenta dell’intensità che le ragazze stanno mettendo di partita in partita. Forse col mio esempio in campo sono più motivate. Coach Bruni spende poi qualche parola anche su Adoniah Lewis, ultima arrivata in casa Rainbow: “Adoniah è molto preparata. Oggi l’emozione del debutto l’ha forse un po’ condizionata. Spero che già dalla prossima gara sia più efficace”. La coach catanese si toglie poi qualche sassolino dalla scarpa: “Nessuno credeva che riuscissi a fare lo stesso risultato della scorsa stagione, e invece…”.
Tra le fila Rainbow Catania da segnalare l’eccezionale prova di Giuliana La Manna, top scorer della partita con 25 punti a referto.

Comunicato stampa Rainbow Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*