Paternò, dal -23 alla vittoria contro Canicattì

È salvezza per la squadra di coach De Luca… Inizio pessimo per i padroni di casa… Costanzo, Gemmellaro e Fiorito per la rimonta… Canicattì cede nell’overtime…

Paternò – Canicattì 87-75 d1ts
Parziali: 19-18, 25-44 (6-26); 47-60 (22-16), 70-70 (23-10); 87-75 (17-5).
PalaImpastato di Paternò, 17 marzo, 18:00

Basket Club Paternò: Caponnetto, Mallory 18, Costanzo 21, Bulla, Rao, Fiorito © 18, Cosentino 2, Milazzo, Palumbo, Gemmellaro 20, Grasso 6, Caltabiano 2. All.: De Luca.
Olympia Canicattì: Burgio 10, Ghelfi 1, Fiorentino 8, Napoli 9, Mantione 10, Sorrusca 14, Uka E. © 8, Giovanatto 12, Sferrazza 3. All.: Ghelfi. Vice: Di Vita.
Arbitri: Sciliberto e Beccore.

Vittoria pazzesca di Paternò che, sotto di 23 punti nel terzo quarto, rimonta e vince all’overtime. I paternesi, con prestazione sontuosa di Fiorito e Costanzo, conquistano la salvezza, mentre Canicattì va ai play-out permettendo anche al San Luigi di conservare la categoria.

I padroni di casa partono malissimo: non entra nulla alla squadra di coach Rocco De Lucache costruisce ma subisce ad ogni azione le iniziative di Michele Giovanatto e compagni, che ruotano sul gommato del PalaImpastato e tengono alti i ritmi e difendono intensamente a uomo. Insieme al lungo, anche Domenico Napoli imperversa e mette in grandissima difficoltà i rossazzurri.

Dopo l’intervallo lungo, i paternesi arrivano fino al 29-52, poi si scuotono. A quel punto, finalmente Daniele Costanzo e Ciccio Gemmellaro, i millennials idoli di casa, più capitan Walter Fiorito trovano la via del canestro e riescono a limitare gli ospiti, riuscendo a rientrare nel punteggio. Sono Richard Mallory e Maurizio Grasso a suonare la carica per provare il tutto per tutto nell’ultimo parziale.

Sul 59-65, succede l’irreparabile per i canicattinesi: dopo una segnalazione di flopping, Napoli accentua il contatto con Caltabiano e viene sanzionato il tecnico. Le proteste causano la sua espulsione e dopo qualche azione anche Giovanatto va fuori, per i cinque falli. A quel punto arriva l’aggancio, con due contropiede di Mallory. Nel supplementare, non c’è più storia: i paternesi dominano e portano a casa una vittoria che significa salvezza. Capitan Fiorito ha raccontato le sue emozioni nel post partita.

Roberto Quartarone

 da “La Sicilia” del 18/03/2019

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*