Basket, B Ecc.: Rainbow-Passalacqua 56-57

Rainbow Catania Basket: sconfitta amara.

Rainbow-Passalacqua 56-57 dts
PalaCus di Catania, 8 febbraio, 18:00

Rainbow Catania: Puglisi 1, Felice 9, Ferlito 14, Fabbri 8, Cabibbo 9, Messina n.e., Chimenz 15, Gambino, Caruso, Saporito.
Passalacqua Ragusa: Drago 7, Mazzone 15, Miceli 6, Ballardini 4, Guastella 1, Carbone 3, Grima n.e., Licitra, Guastella V. 2, Linguaglossa 19.
Arbitri: Incamicia Dav di Bagheria
Parziali: 14/16 32/26 44/39 50/50 56/57 d.t.s.

Fischio dinizio ed subito aria di lotta allultimo sangue al Palacus di Catania domenica tra la Rainbow e la Eirene Ragusa. Tutte e dieci le giocatrici schierate dai rispettivi allenatori sanno gi ancora prima di cominciare che quella che stavano per giocare sarebbe stata una partita da interpretare combattendo a denti stretti, sin dal primo minuto, senza avere la possibilit di concedersi alcuna pausa.

Cabibbo su Drago, Fabbri su Mazzone, Puglisi su Miceli, Chimenz su Ballardini e Felice su Linguaglossa le marcature decise da coach Greco.

Palla a due e il Catania apre le danze portandosi in vantaggio in un primo quarto dove ancora i ruoli non sono per ben chiari, come non ancora ben chiaro quale sar la squadra che potrebbe prendere il sopravvento sullaltra. Punto a punto i primi dieci minuti conditi da un gioco intenso con Drago, Mazzone e Linguaglossa subito avanti per le biancoverdi, contrastate gi da una difesa rossoazzurra abbastanza incisiva, che risponde bene e ribalta in avanti con Chimenz: dalla linea dei tre punti pareggia una bomba precedente di Ballardini, mentre Ferlito e Felice fanno gi capire che per loro sar una gran bella giornata riguardo le proprie prestazioni personali. Ma non basta: si chiude il primo quarto sul 14/16 a favore della squadra di coach Leggio, con qualche errore di troppo determinante al tiro da parte della Rainbow, comunque aggressiva. Nel secondo quarto a prendere le redini in mano la squadra di casa sia in difesa che in attacco, pi determinata e pressante. Felice fa un gran lavoro e recupera una buona quantit di palloni, lottando face to face a fasi alterne prima con Linguaglossa poi con Mazzone, non facile da contrastare e molto fallosa. Cabibbo disturba non poco gli attacchi di Drago, e Fabbri d una grossa mano dalla regia, mentre sotto le plance Chimenz, top scorer con 15 punti, ne realizza intanto 8 solo nel secondo quarto, padrona dei rimbalzi difensivi. Sul 32/26 si va al riposo. I due coach danno la carica alle proprie rispettive squadre a toni alti negli spogliatoi, giro di boa e a scendere in campo dopo la pausa per la Rainbow sono le stesse 5 dellinizio gara. Retine inviolate fino al 4 del terzo tempino, quando Mazzone si presenta con una tripla che fa temere il peggio. Ma tempestiva la risposta di Ferlito che buca dalla linea da tre e subisce pure fallo, aggiudicandosi canestro buono e un tiro libero a suo favore, portando la squadra a pi 8 sul 36/28. Vantaggio che purtroppo andr sempre pi assottigliandosi nellultimo quarto dove il pubblico catanese ha messo a dura prova le proprie emozioni. La Rainbow appare un po pi confusa, abbassa la propria percentuale nelle realizzazioni e le vengono fischiati svariati falli, tra cui qualcuno abbastanza discutibile. Ma per le coppie arbitrali, si sa, non un bel periodo. A meno 3 dalla fine sul 46/45 la panchina di casa chiama un time out fondamentale in un finale al foto finish. Si tira da entrambi i lati, e Cabibbo salva momentaneamente la Rainbow sulla sirena in contropiede, portando il match ai tempi supplementari sul 50/50. Ultimi 5 minuti caratterizzati da bel gioco sul filo del rasoio: ma la beffa arriva ai danni della compagine catanese che a meno di un secondo dalla fine, un punto sopra, si vede fischiare un fallo allesterna Ferlito, che manda lincontenibile Linguaglossa in lunetta, con in mano i due tiri liberi che regaleranno sorpasso e vittoria al Ragusa sulla sirena. Tanto rammarico e tanta delusione per un Catania che rivive la brutta sensazione di perdere una partita di misura dopo un tempo supplementare meritando fino alla fine.

Addetto stampa
Maria Luisa Lanzerotti

Il servizio fotografico a cura di Basket Catanese

1 Commento

  1. k bella partita!!pekkato x la beffa finale!!speriamo k la prox la vinciamo!!w rainbow 4ever!!!!

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*