Ferlito: «Le partite si giocano sul campo»

Castellammare non viene, la Rainbow va comunque al PalaGalermo… Il presidente: «Niente polemica, l’assessore Scialfa sta cercando di risolvere il problema dell’acqua definitivamente»…

Le ragazze della Rainbow al PalaGalermo (foto Sicra)
Le ragazze della Rainbow al PalaGalermo (foto Sicra)

Catania, 14 dicembre 2014 – Così come annunciato la Rainbow Catania si presenta al PalaGalermo ma il Castellamare non c’è. Palazzetto deserto, senza pubblico. Solo le atlete del presidente Fabio Ferlito, il coach Gabriella Di Piazza e i dirigenti della società etnea. La sesta giornata del campionato di serie B di basket femminile si archivia così, con un 20 – 0 che campeggia sul tabellone. «Vincere senza giocare è una sensazione bruttissima, è una sorta di antisport. Le partite si giocano sul campo, da sportiva una situazione del genere è una cosa che non posso accettare».

Il nocciolo della questione è stato l’assenza di acqua calda nelle docce del PalaGalermo. Durante la settimana il Castellamare ha fatto sapere di non volere disputare la gara e a nulla sono servite le rassicurazioni in merito della Rainbow. A nulla è valso l’invito del presidente Ferlito. «Non voglio fare polemica, loro hanno avuto la sfortuna di venire l’anno scorso proprio quando mancava l’acqua calda nelle docce. Quest’anno anche con Alcamo la caldaia non ha funzionato. Ma tutto si può risolvere, si è dato per scontato che nessuno si fosse mosso mentre l’assessore allo Sport Valentina Scialfa ha risolto tutto in tempi brevissimi e si sta prodigando per risolvere il problema definitivamente. Il mio invito è quello di definire una volta per tutte la situazione con gli amici di Castellamare affinché episodi del genere non accadano più».

Ufficio stampa Rainbow Catania
Sicra Sport

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*