La sfida inedita tra Rainbow e Scafati

Si gioca domani alle 16 al PalaMangano, il ritorno il 29… Ferlito: «Il movimento cresce, guardiamo anche allo spareggio Under-18»…

Per la quarta volta negli ultimi 5 anni, la Rainbow Catania ha vinto la massima serie regionale e affronta i play-off nazionali. L’obiettivo è la Serie A2: la Free Basketball Scafati è un’avversaria inedita e ha vinto la Coppa Campania, sarà una sfida aperta, con le etnee che hanno abituato il pubblico a partite emozionanti e all’ultimo respiro. Si giocherà la partita casalinga domenica 23 aprile alle 16 al PalaMangano di Scafati e della partita sarà Valentina Parisi, reduce da un’infortunio. Il ritorno invece è previsto per il 29 aprile alle 17 al PalaCatania: passerà al turno successivo chi avrà il miglior quoziente punti al termine degli 80′.

«Il movimento cresce – afferma il presidente Fabio Ferlito. Giulia Patanè cresce in prima squadra, Giulia Spampinato quest’anno in pianta stabile in B è utilissima e cresciuta, Sara Magrì è più forte e determinata, Parrinello e Lombardo hanno scelto Catania da Trapani e Marsala e vivono al nostro residence, stiamo lavorando su Silvjia Grguric, lunga croata di 190 cm portata da Santino Coppa, che adesso riparte per Forlì per completare l’anno di formazione in quanto le partite in Sicilia non sarebbero state sufficienti. Infine Maya Vella da Malta, profilo su cui lavorare che ha scelto Catania su suggerimento di Coppa».

«Il basket femminile catanese progredirà attraverso questi sforzi e altri ancora – prosegue Ferlito -. Il prossimo passo, oltre alla prima squadra, è lo spareggio Under-18 contro la Lumaka Reggio Calabria, allenata da Enzo Porchi, che si giocherà martedì 25 aprile al PalaTracuzzi di Messina. Porchi è stato il nostro ultimo allenatore in A2, con l’Olympia, e se dovessimo vincere approderemmo al concentramento di Chiusi».

Alle buone prestazioni in U-18 e U-16, nel prossimo futuro bisognerà far corrispondere un rinnovato e deciso impegno sulla base: in Under-14 e Under-13 del Join the Game Catania città è stata rappresentata da L’Elefantino e San Filippo Neri e assenti erano proprio la Rainbow e la Lazùr, tradizionali protagoniste della manifestazione provinciale. La presenza nel campionato federale U-14 di Trogylos Priolo e Virtus Augusta assicura una continuità futura per entrambe, ma il lavoro fatto in passato in città non va disperso.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*