Giarre ferma la striscia positiva di Adrano

Ottava vittoria di fila per i gialloblù, Arcidiacono e Marzo migliori in campo… Adrano difende lo scarto dell’andata… Le inseguitrici tengono il passo…

Giarre – Adrano 63-55
Parziali: 21-14, 40-33 (19-19); 51-38 (11-5), 63-55 (12-17).
PalaJungo di Giarre, 22 gennaio, 18:00

Basket Giarre: D’Urso, N. Leonardi ne, Spina 11, Quattropani, Caminiti 6, Ciaurella © 7, Genovesi, Leonardi 4, Marzo 16, Maccarrone 2, Arcidiacono 17. All.: D’Angelo.
Sporting Club Adrano: Bulla 2, Ricceri 3, M. Bascetta 14, Ragusa ne, D’Agate ne, G. Amoroso 6, Russo © 3, Leanza 19, Sangiorgio ne, Narcisi, Bua ne, Grasso 8. All.: Castiglione. Vice: Magagnoli.
Arbitri: Catania e Mucella. Udc: Tarda e Quartarone.

La sfida tra le due vedette del girone Sud di Serie D è un punto di svolta. Nel senso che all’andata ha vinto di 18 punti Adrano, che ha poi proseguito fino a portare a 10 il numero di vittorie consecutive; quella sconfitta del Basket Giarre, tuttavia, è stata l’ultima e ha aperto una serie di otto successi che la proiettano ora a due punti di distanza dai bianconeri. Se i giarresi avessero vinto con 19 punti di divario, si sarebbe riaperta anche la sfida per la vetta, ma gli adraniti hanno saputo resistere agli assalti finali.

È una partita appassionante, giocata con grande agonismo e nessuna iniziativa lasciata al caso. Riccardo Arcidiacono, l’ultimo arrivo, ci tiene a dare il meglio e in area si fa valere; i compagni già lo cercano e lui ripaga con un’ottima prova, migliore in campo insieme ad Alberto Marzo. Dall’altra parte tiene botta Mauro Bascetta, con due triple nel primo quarto. Le difese si caricano di falli e i viaggi in lunetta sanciscono l’equilibrio, anche se Giarre rimane sempre un passo avanti. Nel terzo periodo si decide la gara: agli adraniti non entra più nulla e ne approfittano Alfredo Leonardi e Gianfranco Ciaurella. Il tentativo finale di rimonta, spinto da Giorgio Leanza e Maurizio Grasso, si chiude solo con il sorriso d’aver difeso i 18 punti di scarto dell’andata.

Aci Bonaccorsi e Piazza Armerina inseguono e tengono il passo, ma la sfida per la vetta della classifica è ormai un discorso a due. Per definire la griglia dei play-off c’è invece ancora molto tempo…

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.