Beffa per la PGS Sales, in finale va l’Akrai

Il giudice sportivo cancella la vittoria in gara-1 dei salesiani, i palazzolesi ne approfittano nell’ultima gara casalinga… In finale incontreranno l’Aci Bonaccorsi: chi vince va in C2…

Akrai – PGS Sales 54-53

Parziali: 4-10, 17-25 (13-15); 38-38 (21-13), 54-53 (16-15).

Pol. Akrai Palazzolo Acreide: A. Baviera 7, Pennisi, De Masi 7, Bulla 10, F. Baviera, Sanfilippo 2, Ricceri 2, Bascetta 8, Morelli 18. All.: Monaco.

P.G.S. Sales Catania: M. Grasso 6, Anselmi 5, Gullotti 3, Famoso 5, Licciardello 5, Pappalardo 1, Di Stefano 2, Campisi, Failla 19, M. Licciardello 7. All.: Condorelli.

Arbitri: Cappello e Culmone.

È successo di tutto nella seconda semifinale di play-off del Girone A di Serie D. La grande favorita era la PGS Sales dopo la vittoria in gara-1 in trasferta. Il risultato sul campo però è stato sovvertito dal giudice sportivo (a referto è andato lo scorer Pietro Longo che non poteva essere inserito) e a nulla è valso il successo anche in gara-2 (91-64, addirittura): alla bella sul campo adranita, l’Akrai Palazzolo ha avuto la lucidità di vincere di un punto e conquistare la finalissima contro l’Aci Bonaccorsi.

In una partita giocata con grande ardore agonistico, ha avuto la meglio la squadra capace di mettere in campo grande determinazione e ferma volontà di raggiungere questo traguardo. Non è stata, e non poteva esserlo, una bella partita: il punteggio bassissimo, 54-53 appunto, parla di una partita con molti errori in fase conclusiva, ma con difese attente ed ermetiche. Per l’Akrai tutti sugli scudi a cominciare dal rientrante Ciccio Baviera, carismatico capitano e longa manu dell’allenatore in campo.

La squadra ha adottato una difesa a uomo per tutti i 40 minuti, limitando non poco le bocche di fuoco dei catanesi, che pure hanno messo dentro ben sette triple con i vari Failla, Gullotti, Anselmi e i Licciardello. La partita per l’Akrai inizia in salita, nei primi due quarti, gli ospiti, con ben quattro triple, vanno al riposo lungo avanti di 8. Nel secondo parziale, con l’entrata in campo di Ciccio Sanfilippo, che da un notevole apporto in difesa, l’Akrai dà segni di ripresa.

Al ritorno in campo l’Akrai è un’altra squadra: gioco spumeggiante e a tratti anche entusiasmante, difesa quasi impenetrabile e in attacco i terminali offensivi Morelli, Bulla, De Masi e Bascetta cominciano a menare le danze, Andrea Baviera spadroneggia sotto le plance e così i locali ricuciono lo svantaggio chiudendo il terzo parziale, con una bomba del solito Morelli, in perfetta parità: 38-38.

L’ultimo quarto, con il punteggio sempre in bilico, è proibito ai deboli di cuore. Si assiste a continui sorpassi e controsorpassi ma la differenza non è mai superiore ai tre punti. A cinque minuti dalla fine, un siluro di Mauro Bascetta porta l’Akrai sul +2. Poi Morelli, con il piglio del ventenne, in un amen realizza 4 punti. La Sales non ci sta e replica con Anselmi e Failla passando avanti di uno: 52-53 a 20 secondi dalla fine. L’Akrai, nell’ultimo possesso si procurava due tiri liberi e A. Baviera, freddo e glaciale, li realizza entrambi riportando l’Akrai avanti di 1: 54-53. Il successivo possesso della Sales è gestito malissimo, grazie anche alla grande difesa dell’Akrai e il fischio della sirena sancisce la vittoria dei locali.

L’Akrai andrà a giocare già domenica 7 aprile ad Aci Bonaccorsi: dalla finalissima, al meglio delle tre partite, uscirà la promossa nella massima categoria regionale.


R.B.C.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*