Alfa, la vittoria dei record pensando a Pozzuoli

La vittoria più larga di sempre in Serie B… Grande spazio a Patanè e La Spina… Gatti, Vita e Sirakov dominanti… Guerra: «A Pozzuoli andremo decisi»…

Catania-Battipaglia 132-59

Alfa Basket Catania: Florio 14, Consoli 8, La Spina 2, Sirakov 23, Patanè 10, Gottini 5, Agosta 4, Vita 14, Abramo 11, Provenzani 14, Mavric 10, Gatti 17. All.: Guerra.
Polisportiva Battipagliese: Di Biase 7, Gallo, Vietri 7, Cerzosimo 2, Coppa 13, Zaccaro ne, Dispinzeri ne, Vigilante 2, Ronconi 13, Martino 15. All.: Gibboni.
Arbitri: Foschini e Zaniboni.
Parziali: 31-15, 68-27, 95-44.

Luciano Abramo (Foto R. Lazzara)

Vittoria doveva essere, vittoria è stata: troppo debole la resistenza di Battipaglia per un’Alfa che era motivata a fare quanti più punti possibile, a giocare per le statistiche e per il morale, per riagganciare Pozzuoli a quota 10 punti e per prepararsi mentalmente a giocare la «madre di tutte le partite», come l’aveva definita Carmelo Carbone: quella proprio contro i puteolani che si giocherà il prossimo weekend. Hanno disputato una grande partita tutti gli elementi a disposizione di coach Massimo Guerra, con particolare menzione per Luciano Abramo, che all’andata proprio contro Battipaglia s’era infortunato e ora ha fatto vedere allo sparuto pubblico del PalaCatania che c’è ed è tornato a essere decisivo. Tanti minuti sono stati concessi anche ai giovani, a chi ha giocato meno: è il caso di Gabriele Patanè (10 punti, 4/5 da due, 8 rimbalzi, 3 falli subiti), Giuliano La Spina (2 punti e 5 rimbalzi) ed Emin Mavric (10 punti con 4/7 al tiro), quest’ultimo partito addirittura in quintetto.

La partita è stata velocissima, una delle più rapide: in un’ora e mezza l’ultima sirena è suonata. Ed è stato velocissimo Simone Gatti a chiudere una prestazione sontuosa: 28 di valutazione in 15’, con 8/10 dal campo, 11 rimbalzi e un assist. Per le statistiche hanno giocato alla grande anche Joseph Vita Sadi (7/9 da due, 9 rimbalzi) e Georgi Sirakov (7/7 da due, 3/7 da tre). Bene anche Provenzani, Consoli e Florio, Luciano Abramo è stato un leone (3/5 da campo, 4 rimbalzi e 2 falli subiti), mentre coach Guerra ha fatto riposare Agosta e Gottini, che hanno giocato briciole di gara.

Vincenzo Provenzani (Foto R. Lazzara)

Dall’altra parte, è stato un 1vs1 continuo per Diego Martino, uno dei due senior in campo dei battipagliesi, che hanno smobilitato mesi fa. In panchina, per onor di firma, c’era Gigi Dispinzeri, il lungo scuola Basket Gela che da qualche anno ha spazio nelle serie nazionali. Poi, poco altro per coach Gibboni, che con questa partita vede tramontare definitivamente le speranze di salvezza, perché anche la matematica condanna la squadra alla retrocessione.

È stata una partita utilissima per le statistiche, anche storiche: è stata la miglior prestazione offensiva in assoluto dell’Alfa, che non segnava 100 punti dalla finale play-off di Serie C Silver contro l’Eagles Palermo e aveva il record precedente nei 113 punti realizzati ad Adrano il 29 novembre 2015 (64-113, con 18 punti di Lollo Vetrano e 17 punti di Teo Gottini). Non è stato il miglior scarto in assoluto dell’Alfa, che il 23 marzo 2014 espugnò Zafferana con 78 punti di scarto (32-110), appena 5 punti più di ieri sera. Inoltre è il record storico di una catanese in Serie B: il precedente risaliva al 14 novembre 1999, Cus Catania-L’Aquila 107-59, con 30 punti di Evola e 18 di Maurizio Grasso. Battipaglia invece ha preso l’imbarcata maggiore della stagione (121-58 era la precedente contro Matera).

 

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 17/03/2019

Massimo Guerra (Foto R. Lazzara)

Vittoria da record per l’Alfa Basket Catania. Contro la Treofan Battipaglia, fanalino di coda della classifica del Girone D della Serie B Old Wild West, non c’è partita. I rossazzurri non sottovalutano per nulla l’avversario e realizzano ben 132 punti (a 59) infliggendo un passivo di 73 punti ai campani. Partita in mano all’Alfa fin dalla palla a due. Il quintetto di coach Massimo Guerra imperversa in ogni zona del campo e prende il largo già nel primo periodo chiuso avanti per 31-15. All’intervallo lungo, i padroni di casa conducono per 68-27. Nel terzo e nel quarto parziale il divario cresce fino al + 73 finale. Ottimo test per gli alfisti in vista della delicata ed importante trasferta di sabato sul campo del Pozzuoli. Tutti i giocatori iscritti a referto vanno a punti. Georgi Sirakov, al rientro dall’infortunio, ne mette 23 con triple da urlo e una schiacciata all’indietro che fa saltare il pubblico del PalaCatania. Bene Marco Consoli in regia, Vincenzo Provenzani, Simone Gatti, Emin Mavric, Luciano Abramo e il giovane Gabriele Patanè. Incontro agevole per l’Alfa, che raggiunge quota 10 punti in classifica e potrà preparare, con entusiasmo e voglia, la trasferta di Pozzuoli. “Temevo che i ragazzi potessero prendere sottogamba questa gara – afferma il tecnico dell’Alfa Catania, Massimo Guerra -. Invece sono stati intensi e determinati. Ci stiamo preparando bene per arrivare ai play-out nella migliore condizione possibile. Sono molto soddisfatto anche perché siamo riusciti a dare minuti importanti ad alcuni giocatori che per infortunio erano fermi da un po’. Inoltre ho visto bene i giovani Patanè e La Spina, che giornalmente ci aiutano e meritano di trovare più spazio in squadra”. Coach Guerra è già proiettato alla sfida di Pozzuoli: “Una tappa fondamentale per noi soprattutto per il morale. Giocheremo fuori casa contro una diretta concorrente per la salvezza. Dovremo andare lì molto decisi. Abbiamo le armi affilate al punto giusto per poter ottenere un grande risultato. Me lo auguro per i ragazzi”.

Il commento di Georgi Sirakov: “Massimo rispetto per la squadra di Battipaglia che vive un momento non facile, ma gioca fino alla fine con grande entusiasmo. Noi abbiamo iniziato la partita nel modo giusto. Sono contento perché i miei compagni hanno fatto ciò che dovevano nel massimo rispetto per i nostri avversari. Sono stato fermo 20 giorni, ma mi sento bene. Questa gara mi è servita per ritrovare la condizione fisica e la fiducia. Adesso massima concentrazione per la trasferta di Pozzuoli. Dobbiamo portare a casa un risultato positivo”.

 

 

 

Addetto stampa

Alfa Basket Catania

Umberto Pioletti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*