Finali U19: la conferenza di presentazione

Si è tenuta presso la sala consiliare del comune di Ragusa la conferenza stampa di presentazione delle Finali Nazionali Under19 Eccellenza maschile di basket che per la prima volta si terranno a Ragusa dal 6 al 12 Giugno 2022. Si tratta di uno degli eventi più rilevanti nel panorama del basket nazionale che nelle giornate in programma vedranno arrivare e sfidarsi nei due impianti cittadini, le migliori 16 squadre nazionali qualificate alla fase finale.

Sei giorni di puro spettacolo che coinvolgeranno il parquet del Pala Padua e del Pala Minardi e che culmineranno nella finalissima del 12 giugno dove verrà incoronata la squadra campione d’Italia.

Ad ospitare l’evento sarà la Virtus Kleb Ragusa che metterà a disposizione uomini e mezzi per la buona riuscita dell’evento. La città di Ragusa si riempirà di atleti, staff tecnici, famiglie, giornalisti e appassionati di sport che potranno ammirare le meraviglie del capoluogo ibleo. Ragusa è stata scelta dalla FIP (Federazione Italiana Pallacanestro) perché ritenuta idonea per ospitare un evento di tale portata avendo a disposizione impianti sportivi e strutture ricettive all’altezza del compito assegnato. Una grande occasione per Ragusa che avrà in quella settimana i riflettori puntati e che vedrà grandi personalità dello sport essere presenti non solo per godere di una manifestazione sportiva di grande interesse nazionale ma anche per le bellezze e le attrazioni che la città iblea potrà regalare.

Apre i lavori il padrone di casa, il sindaco Cassì, che dopo i ringraziamenti alle parti coinvolte non nasconde la sua soddisfazione per la scelta della città per le finali nazionali: «siamo molto fieri che questa scelta sia ricaduta su Ragusa. Questa competizione rappresenta il torneo di basket giovanile più importante che ci sia in Italia e il fatto che per la prima volta nella storia sia la nostra città ad essere protagonista di tale evento ci rende orgogliosi. Un ringraziamento va alla società ospitante e cioè alla Virtus Kleb Ragusa della presidente Sabbatini che si sta adoperando con abnegazione e entusiasmo per organizzare questo evento che vede un lavoro costante e preciso. La Fip ha inviato dei delegati per constatare la presenza di determinati requisiti e la società iblea per mezzi, risorse e impiantistica è risultata oltremodo idonea a ospitare le finali. Siamo certi che un evento del genere avrà una ricaduta positiva sulla nostra città e questo non posso che valutarlo positivamente. La pallacanestro a Ragusa ha sempre avuto un ruolo e un attenzione importante e con queste finali nazionali raggiungerà l’apice dell’interesse collettivo».

Prosegue sulla stessa linea del Sindaco anche Eugenia Spata, Assessore allo sport del Comune di Ragusa: «la nostra città ha degli impianti sportivi che sono fiore all’occhiello della Sicilia. Come amministrazione siamo stati molto scrupolosi nell’attenzionare ogni singola struttura per permettere a tutti gli sportivi iblei di avere sempre un luogo che sia funzionale. Il Pala Padua su tutti è stato oggetto di un grandissimo restyling che gli ha donato un volto nuovo, più fresco ed esteticamente più accattivante e che sarà un giusto teatro per queste finali».

La Presidente della Virtus Kleb Ragusa, Sabrina Sabbatini, spiega l’impegno che la sua società sta mettendo in campo per la buona riuscita delle Finali nazionali: «la candidatura della Virtus Kleb Ragusa come società ospitante dell’evento nasce come evoluzione di un progetto nato l’anno scorso e che ha l’obiettivo di coinvolgere sempre più i giovani a questo sport meraviglioso che è la pallacanestro, progetto che vuole coinvolgere la città ed è il segno che anche nel nostro territorio se ci si crede possono arrivare manifestazioni di caratura nazionale. È un progetto circolare perché tutto quello che si progetta deve poter creare qualcosa di nuovo e sempre più utile per la collettività. Per quanto riguarda l’organizzazione delle finali sono certa che saremo in grado di poter offrire le migliori condizioni a tutte le società che ospiteremo. La Virtus Kleb Ragusa ha alle spalle un team di uomini e donne capaci di poter gestire un evento di questa portata. Il lavoro non è facile affatto ma con una buona programmazione e una gestione accurata dei particolari sono certa che il risultato sarà eccellente. Ospiteremo 16 squadre con tutti gli staff al seguito e faremo in modo che si possano sentire a proprio agio durante i giorni di permanenza. Offriremo le nostre strutture che per l’occasione verranno ancora di più abbellite e rese sempre più funzionali. Noi ce la stiamo mettendo tutta e sono certa che offriremo uno spettacolo unico in una splendida cornice che è la nostra città di Ragusa».

Anche la presidente del comitato regionale della Fip, Cristina Correnti, esprime la sua soddisfazione per la scelta di Ragusa: «come Presidente del comitato regionale non posso che essere molto orgogliosa di questa scelta. Per anni la Sicilia è stata in un limbo per eventi di questo genere. Eppure noi siciliani siamo i maestri dell’ospitalità, siamo gente che sanno accogliere. Ed era giusto che le finali finalmente arrivassero qui a casa nostra. Mi sono fatta portavoce con il presidente Petrucci di queste differenze che la Sicilia ha vissuto nel passato. E sono molto felice che abbia risposto positivamente al nostro invito. Ragusa sarà all’altezza del compito assegnato dimostrando a tutto il modo sportivo che anche qui da noi c’è qualità e organizzazione. Il comitato Fip Sicilia sarà accanto in tutto e per tutto alla Virtus Kleb Ragusa per la buona riuscita dell’evento e la supporterà su tutta linea. In Sicilia c’è fermento nel mondo della pallacanestro, segno che qualcosa sta cambiando e che molte cose stanno nascendo e crescendo. Dobbiamo creare una base per permettere ai nostri giovani di praticare questo sport e di crescere nella loro terra. Queste finali nazionali saranno un palcoscenico perfetto per dimostrare all’Italia che il basket in Sicilia è vivo e che ha voglia di crescere ancora di più».

Alla conferenza era presente da remoto l’Assessore Regionale allo sport, turismo e spettacolo, Manlio Messina che ha confermato l’impegno fattivo della Regione Sicilia in occasione delle finali nazionali affermando che la terra sicula offre a tutti gli sportivi un terreno unico per praticare e crescere nel basket e non solo: «la Regione ha accolto con entusiasmo la scelta di Ragusa per le finali nazionali di basket. La terra iblea offre una cornice perfetta per integrare allo sport anche le bellezze della nostra terra. Siamo fortunati perché Madre Natura ci ha regalato un luogo dove è possibile praticare sport 365 giorni all’anno in un clima sempre mite e in città dove non mancano le strutture idonee. Saremo a fianco della città di Ragusa per la buona riuscita dell’evento».

Sempre in collegamento da remoto era presente Giuseppe Rizzi, Consigliere federale Fip con delega al settore giovanile: «Sono venuto a Ragusa per i sopralluoghi e ho trovato una città meravigliosa che ha in sé delle bellezze straordinarie. Anche gli impianti sportivi visionati sono all’altezza delle Finali nazionali che disputeremo a Giugno. Insomma a Ragusa abbiamo trovato un luogo che, sono certo, sarà apprezzato non solo dagli atleti ma anche da tutte le persone che saranno al seguito delle squadre. Le peculiarità e i luoghi del capoluogo ibleo faranno da splendida cornice a tutto l’evento».

Anche coach Bocchino, allenatore della Virtus Kleb Ragusa, esprime la sua soddisfazione per la scelta: «Ragusa ha una cultura cestistica unica nel suo genere. I ragazzi sin da piccoli hanno la possibilità di praticare questo sport in maniera costante sia per la presenza di buoni impianti sportivi ma anche per le società cestistiche che operano nel territorio che sono di un profilo molto alto. Insomma la scelta della città iblea per le finali nazionali è la ciliegia sulla torta di un mondo, quello della pallacanestro ragusana, che aspettava da molto tempo le luci della ribalta nazionale giustamente meritate». 

Piero Burrugano

Ufficio Stampa Virtus Ragusa

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*