Gravina secondo da solo: Adrano cade

I bianconeri ospiti mettono sotto i gravinesi nel primo tempo… Sortino immarcabile… Consoli e Genovesi importanti, Verzì decisivo…

Sport Club Gravina-Sporting Club Adrano 69-62
Parziali: 7-14, 27-31 (20-17); 48-47 (21-16); 69-62 (21-15)
Palazzetto Comunale di Gravina di Catania, 22/02/2015, ore 18:00

Sport Club Gravina: La Mantia Giuliano 4, Barbera Gianluca (C) 14, Verzì Enrico 23, Spina Simone 9, Burgio Tiziano 4, Genovesi Alberto 6, Consoli Marco 9, Paglia Gabriele N.E., Crisafi Raphael N.E., La Mantia Riccardo N.E. All. Guadalupi Giuseppe
Sporting Club Adrano: Sortino Dario 29, Riganati Francesco 0, Russo Damiano 0, Ricceri Giuseppe 2, Bascetta Dario 4, De Masi Dino (C) 6, Leanza Giorgio 4, Russo Luigi 13, Di Stefano Giuseppe 0, Amoroso Gabriele 4, Pignato Giuseppe 0, La Mela Andrea 0. All. Castiglione Vincenzo
Arbitri: Puglisi Federico di Aci Catena (CT); La Macchia Antonio di Giarre (CT).

L'autoscatto dei festeggiamenti del Gravina dopo la vittoria sull'Adrano
L’autoscatto dei festeggiamenti del Gravina dopo la vittoria sull’Adrano

Trovarsi davanti un Adrano gasato dopo la vittoria dell’anno su Spadafora metteva di fronte al muro Gravina: bisognava ripetere l’impresa di Licata per avanzare di altri due punti nella corsa per la promozione. E il quintetto c’è riuscito, vincendo una gara molto tirata, e ha festeggiato dopo l’arrivo delle notizie da Licata e Santa Croce, subito dopo la partita. La formazione etnea è infatti ora seconda da sola, con quattro punti di vantaggio sulla zona spareggi.

«Loro sono partiti a 1000 – racconta coach Peppe Guadalupi –, noi eravamo in bambola, non riuscivamo a giocare. Non c’era modo di marcare Sortino. Il secondo quarto, Consoli è riuscito a prendere in mano la gara e Verzì ha cominiciato a segnare. Il play si è però infortunato e con Spina in panchina per falli, Genovesi si è dimostrato decisivo segnando ai liberi, entrando a canestro e rubando palloni. Malgrado siano mancati i tiri da tre di Barbera e La Mantia, alla fine è stato decisivo Verzì sotto canestro».

Con una cornice di pubblico da gran derby (sono venuti in tanti da Adrano a sostenere la squadra di Castiglione), il Gravina vince dunque una partita cruciale.

Roberto Quartarone
da La Sicilia

Il Gravina ferma l’Adrano Basket. Dopo aver vinto con lo Spadafora l’Adrano Basket si ferma col Gravina.

I ragazzi di Guadalupi, dopo aver espugnato all’andata il campo dello Sporting Club Adrano, si ripetono nel girone di ritorno battendo un Adrano mai domo, capace di reggere la partita per quasi tutto il match.

Una squadra più equilibrata rispetto a quella vista lo scorso 23 novembre, giorno in cui gli adraniti non riuscirono mai ad entrare seriamente in partita. Un miglioramento dovuto anche all’inserimento del nuovo acquisto Luigi Russo, centro che ha portato alla squadra equilibrio in campo e fisicità.                                                                                                                                           Con la sconfitta l’Adrano rimane a 18 punti. L’Adrano si trova così a 4 punti dal Licata, che ha perso in casa contro lo Spadafora, e a 4 dal Cus Catania che, vincendo un po’ a sorpresa in trasferta contro il Vigor Santa Croce Camerina, ha raggiunto al quarto posto il team licatese.

La squadra etnea attualmente dista 4 punti dalla zona play-off, attualmente occupata dal binomio Licata-Cus Catania, squadre che l’Adrano dovrà ancora affrontare in casa.

Il team agrigentino sarà di scena ad Adrano già il primo marzo, giorno in cui incontrerà l’Adrano in un match chiave in ottica spareggi.

Dario Milazzo

http://adranobasket.com/

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*