Rainbow ancora letale contro la Rescifina

Rainbow Catania, un treno in corsa… Di Piazza: «Dobbiamo lavorare sulla concentrazione ed avere la giusta cattiveria»…

2015-059_rainbowrescifina

Rainbow-Rescifina 62-42
Parziali:
16-14, 36-29 (20-15); 43-37 (7-8), 62-42 (19-5).
PalaGalermo di Catania, 14 marzo, 17:30

Rainbow Catania: Magrì 3, Ferlito 3, Strano, Bruno n.e, Parisi, Chiarella 6, Villaruel 28, La Manna 4, Ferretti 15, Seino, Di Stefano n.e, Bonfiglio 3. All. Di Piazza.
Rescifina Messina: Mantineo, Marchese 6, Scionti n.e, Bonni 9, Giordano 4, Russo 2, Guerrera 13, Calisto ne, Romeo A., Spadaro 4, Romeo R. 4. All. Lilia Malaja
Arbitri: Saeli e Tartamella. Udc: Quartarone, C. Cosentino e Russo.

Gisel Villarruel mvp, in uno dei suoi tipici contropiede (foto G. Lazzara)
Gisel Villarruel mvp, in uno dei suoi tipici contropiede (foto G. Lazzara)

Catania, 14 marzo 2015 – Sedicesima vittoria consecutiva. Un treno in corsa, è inarrestabile la marcia della Rainbow Catania che ieri al PalaGalermo batte la Rescifina Messina 62-42.

Una gara senza grandi colpi di scena che inizia a ritmo lento, ma che entusiasma comunque gli ospiti d’eccezione presenti oggi in tribuna. Tra gli spalti invitati ad aprire la gara, valida per la settima giornata di ritorno del campionato di serie B regionale di basket femminile, alcuni ragazzi diversamente abili dell’associazione onlus “Come Ginestre” accompagnati dal presidente Salvo Mirabella.

«Non voglio assolutamente sentire parlare di stanchezza – precisa il tecnico della Rainbow Catania, Gabriella Di Piazza – la parola va bandita. Stanco è chi va lavorare alle sei di mattina. Dico sempre alle ragazze che sono delle privilegiate e oggi lo possono percepire ancora di più avendo ospitato i ragazzi con difficoltà, chi ha il dono della salute deve rispettarlo anche per chi avrebbe voglia di potersi muovere di più».

Bonfiglio e Seino marcano Guerrera (foto G. Lazzara)
Bonfiglio e Seino marcano Guerrera (foto G. Lazzara)

Nessuna scusa, dunque, per il coach della Rainbow. Il primo quarto si apre con la squadra di casa che cerca il ritmo giusto, si gioca punto a punto tanto che la prima frazione si chiude 16-14. Nel secondo parziale la Rainbow comincia ad ingranare la marcia e a trovare gli spazi giusti in cui muoversi. La Rainbow si porta a più sette e comincia a mettere le distanze (36-29 il punteggio del secondo quarto). Nel terzo quarto la Rainbow consolida il ritmo del gioco. E’ nell’ultima frazione che coach Di Piazza cambia assetto nell’atteggiamento difensivo; le ragazze del presidente Ferlito distaccano le avversarie chiudendo la gara con una tripla della giovanissima Sara Magrì e posizionandosi a +20.

«In settimana avevo detto che non bisognava abbassare la guardia, ieri sera in allenamento le ho viste sottotono. Abbiamo lavorato su alcune peculiarità tattiche mettendo in tensione con la difesa nel periodo quarto, anche perché questa è una tipologia di squadra che incontreremo nei play off. Abbiamo la qualità di sapere cambiare ritmo alla gara, questa è una grande forza. Stiamo lavorando sulla concentrazione, ad avere la cattiveria giusta per tenere alta l’intensità nervosa».

Una parola a parte coach Di Piazza la dedica a Valentina Parisi. «Ho insistito e voluto in campo Valentina, che è ancora in fase di recupero dopo un infortunio che l’ha tenuta fuori per un mese e mezzo. Oggi l’ho vista soffrire perché vorrebbe dare qualcosa di più, ma io ho pazienza e credo in lei. So che è fondamentale per la nostra squadra».

Ufficio stampa Rainbow Catania

La photogallery di Giuseppe Lazzara (Facebook)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*