Il Cus fa la partita, il Gravina vince all’overtime

L’ingresso in campo di Consoli e Ilic a tre minuti dalla fine… Abramo e Vitale trascinatori… La concitata azione del 56-56…

Gravina-Cus Catania 67-61 d1ts

Sport Club Gravina: R. La Mantia ne, G. La Mantia 7, Casiraghi, Barbera 12, Verzì ne, Paglia, Spina 9, Ilic 10, Santonocito 2, Garozzo ne, Livera 10, Consoli 18. All.: Marchesano.
Cus Catania 2003: Lo Faro 4, Cicero Domina ne, Vitale 9, Vasta ne, Cantone 5, Bonaccorsi 11, Baldelli ne, Mazzoleni, Fichera 2, Elia 3, Caltabiano 5, Abramo 22. All.: Guadalupi.
Arbitri: Sciliberto e D’Amore.
Parziali: 13-11, 19-22, 43-52, 56-56.

Luciano Abramo contrasta Marco Consoli (foto G. Lazzara)

A tre minuti dalla fine, Marchesano rimanda in campo Ilic e Consoli. «Andate, risolvetela voi». Il coach gravinese deve dare una scossa, la partita sta andando male. È iniziata con 15’ molli, poi il Cus si è svegliato, ha dettato i tempi e ha messo piazzato un ottimo break (4-14 a inizio terzo periodo). Con un Gabriele Vitale motivatissimo e un Luciano Abramo che quando non tira la bomba corre verso l’anello più veloce di Usain Bolt, Peppe Guadalupi pregusta la vittoria, considerando che gli avversari perdono palloni e hanno percentuali da campetto.

Sul 51-54, tornano i guru gravinesi. Vitale ruba palla a Consoli, la recupera Barbera, che subisce antisportivo: 1/2 ai liberi e l’assist del play per il pivot frutta il pari a 56, poi il ferro respinge il tentativo sulla sirena di Consoli. Il Cus accusa il colpo e nell’overtime non basta un grande Abramo per limitare Ilic, che fomenta il tifo in serbo, e Consoli, che la chiude dalla lunetta. Prova di cuore anche di La Mantia, Spina e Livera da un lato e Bonaccorsi e Caltabiano dall’altro.

La photogallery di Giuseppe Lazzara @Facebook

Roberto Quartarone
da La Sicilia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*