C/S, Abramo alle spalle del super trio

Le sei vittorie consecutive dell’Alfa non si vedevano da anni… Classifica marcatori: Savoca, Granic e Galipò comandano…

Luciano Abramo nella partita contro l’Orsa Barcellona (foto R. Quartarone)

Sei giornate di Serie C Silver consegnano una Polisportiva Alfa salda capolista, a 12 punti con quattro di vantaggio sulle inseguitrici. Le sei vittorie consecutive di una catanese nella massima serie regionale non si vedevano dal 2010-’11: il Gravina di Carmelo Minnella concluse il torneo con 5 vittorie di fila, e iniziò con 5 i play-off (dal 13 marzo al 15 maggio); nello stesso anno il Gad Etna di Peppe Marchesano inanellò 21 successi consecutivi (19 in C2 e 2 nei play-off, dal 28 novembre al 14 aprile). Curiosamente entrambe le serie furono interrotte dal Paternò. Nella vecchia C1, Acireale ne vinse 9 consecutive dal 13 ottobre al 16 dicembre 2012.

La classifica marcatori del girone siciliano ha tre leader molto chiari: Luca Savoca (Fortitudo), Vlatko Granic (Orsa) e Giorgio Galipò (Agatirno). I tre si equivalgono: 125 punti ha realizzato l’agrigentino, 124 il barcellonese e l’orlandino. Non è un caso che cinque volte su sei sono stati loro gli mvp. Savoca nella prima e seconda giornata con 28 e 27 punti (Daniel Hendrych del Bs Messina lo ha eguagliato 2ª), Granic con 30 nella terza, Galipò con 28 e 38 nella quarta e nella quinta, Haitem Fathallah con 26 nella sesta.

Quarto in classifica c’è Luciano Abramo, costante nei suoi 19,2 punti a partita e ancora in crescita. Quest’anno la guardia etnea ha superato quattro volte il ventello, mentre in carriera da senior ci era riuscito solo altre tre volte. L’obiettivo per quest’anno è superare le due migliori prestazioni: i 29 punti realizzati in maglia cussina contro l’Empedocle (sconfitta per 80-85 il 23 febbraio 2013) e contro l’Agatirno (vittoria per 54-77 il 29 ottobre 2016).

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Your email address will not be published.