Paternò rompe il digiuno e vince a Giarre

Vittoria che accorcia la classifica… Partita eccelsa sotto canestro… Famà e compagni avanti sin dal primo periodo… Caminiti unico pericolo dei padroni di casa…

BASKET GIARRE               60

BASKET CLUB PATERNO’ 73

Basket Giarre: Ciaurella 2, Caminiti 19, Cantarella, D’Urso 3, Di Bella 6, Leonardi, Maccarrone 10, Minardi 9, Pulvirenti, Risitano 11, Scandurra. All. D’Angelo.

Basket Club Paternò: Asero 9, Famà 12, Fiorito 13, Floresta 10, Grasso 19, Lo Faro A., Rao A., Rao T. 6, Russo, Santonocito 4. All. Castiglione.

Arbitri: Fichera F. e Puglisi F. di Aci Catena.

Parziali: 11-21; 30-39; 39-55.

Il trend negativo di quattro sconfitte consecutive doveva finire e così è stato, in terra giarrese il Basket Club Paternò ha conquistato la prima vittoria stagionale, battendo per 60-77 il Basket Giarre. Quella del roster di Coach Castiglione è una vittoria di vitale importanza, per vari motivi, in primis per aver espugnato il PalaJungo, poi perché tutto l’ambiente paternese aveva bisogno di un iniezione di fiducia e poi soprattutto perché con questi primi due punti in un colpo solo ha di fatto agganciato Pgs Sales, Cus Catania e Adrano, così facendo le posizioni medio-alte del torneo non sono più tanto lontane poiché la classifica è abbastanza corta. Ma torniamo alla bella vittoria contro Giarre, i paternesi hanno disputato un’eccelsa partita, dimostrando tutto quello che gli era mancato nelle prime quattro giornate, la forza sotto-canestro e quindi i rimbalzi, un ottimo giro palla, la tenacia, il coraggio di non mollare mai, la concentrazione e un ottima condizione fisica, come dire un mix vincente. Il match è stato sempre comandato da Famà e compagni, fin dal primo parziale di 11-29 fino alla fine. A tutta la squadra va il merito di aver conquistato la prima tanta desiderata vittoria, a partire da Castiglione che ha letto il match in modo magistrale prendendo la decisione di difendere a uomo, soluzione che soprattutto nell’ultimo quarto con la marcatura asfissiante di ottimo Tommaso Rao ha neutralizzato il giarrese Caminiti unico vero pericolo dei padroni di casa che nonostante la sconfitta ha messo a segno 19 punti. Fra i giocatori super-prestazione del pivot Maurizio Grasso che con i suoi 19 punti si è fatto sentire in modo pesante sotto canestro sia in attacco e soprattutto in difesa, dove si è calato nei panni di direttore d’orchestra, dirigendo la difesa in modo eccezionale. Per concludere sabato al Palazzetto arriva la capolista Siracusa, che nello scorso turno ha avuto la meglio sul Ragusa per 76-66.

 

Responsabile rapporti con la stampa

Antonino Navarria

Basket Club Paternò

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*