Tempo di rimpatriate… d’altri tempi!

Dalla cena di Puglisi a quelle di quest’estate… Il basket anni ’70 rimane coeso… La rimpatriata della Polisportiva… La cena del 27 settembre…

La “cena d’altri tempi” di fine agosto

È un periodo di “rimpatriate” tra cestisti del passato. A meno di un anno dalla visita di Santi Puglisi, che ha mobilitato buona parte del basket etneo anni 60 e 70, nel giro di un mese è stata un’agenda ricca per chi ha retto le sorti della palla a spicchi a Catania intorno a quarant’anni fa.

Si è partiti a fine agosto con la “cena d’altri tempi”: con l’occasione del ritorno in città di Nunzio Spina e Antonella Sirianni, si sono radunati un po’ di protagonisti di Gad Etna, Sport Club e Cstl Basket, alcuni dei quali ancora in campo oggi come allenatori, dirigenti o semplici spettatori. È stato un modo per rivedersi tra amici che vivono lontano e rivivere le imprese d’un tempo.

In piedi Fiducia, Spagna, Cavaletti, Merola, Terranova, accosciate A. Motta, D. Motta, Maglia. Si sono ritrovate alcune delle cestiste della Polisportiva Catania anni ’70

Venerdì 27 settembre, buona parte dello stesso gruppo sarà coinvolto in un’altra cena più in grande. Partito da un post su Facebook, l’evento dovrebbe coinvolgere una cinquantina di addetti ai lavori del tempo (e anche più giovani).

Negli ultimi giorni, anche le ragazze della Polisportiva si sono radunate, anche qui perché una catanese che vive all’estero (Daniela Motta) è tornata in città per un periodo e ha coinvolto le ex compagne. La foto di gruppo a San Giovanni li Cuti ha messo insieme molte delle cestiste che conquistarono la Serie B due volte alla fine degli anni ’70.

Così la pallacanestro etnea cerca di non perdere le proprie radici, con alcuni dei gruppi che hanno realizzato alcune delle imprese più importanti di sempre e soprattutto sono rimasti più coesi, senza che il tempo abbia scalfito l’amicizia.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*