Non vuole fermarsi la Sales: battuta la Virtus Trapani

PGS Sales-V. Trapani 57–43
PALAZURRIA – 27/11/2021

ASD PGS SALES: Bruno 4, Risiglione, La Rosa 2, Spitaleri 2, Regalino 9, Messina 13, Marzo 6, Massarelli, Roccasalvo 12, Magrì 5, Cravotta, Zuppelli. All. Condorelli
POL DIL VIRTUS TRAPANI: Anselmo 24, D’Aguanno, Carollo, Patrizio, Marino, Romeo 11, Lombardo 8, La Sala, Fonte, Caria, Martinico, Romano. All. Colomba
ARBITRI: Pulvirenti, Crisafulli – UDC: Cannata, Sindoni
PARZIALI: (7-9) – (13-12) – (16-15) – (21-7)

Giuliana Messina

Nel ritrovato Palazurria approda anche la Serie C femminile. Nell’esordio casalingo, le ragazze di coach Mario Condorelli si sono imposte di 14 punti sulla Virtus Trapani, dando continuità dopo il successo esterno rimediato a Cefalù, in una partita molto combattuta.

Nel primo parziale di gioco partita non particolarmente ricca di emozioni: fase di studio per entrambe le squadre che trovano il tiro da tre rispettivamente con Messina e Romeo. Dal secondo quarto le Skoppy sono costrette a placare un’inarrestabile Anselmo: la giocatrice trapanese classe 2003 è autrice di più della metà dei punti realizzati dalla sua squadra, facendo registrare a referto ben 24 punti. La PGS Sales però non demorde e resta sempre in partita grazie anche alle triple di Messina, la migliore delle etnee.

Aurora Roccasalvo

Ultimo periodo decisivo per le sorti della gara: dopo l’esclusione per 5 falli del capitano Magrì, alla fine del terzo periodo, la squadra di casa non accusa il colpo e grazie anche ad una straordinaria Roccasalvo riesce a scappare via ottenendo un notevole vantaggio sulle trapanesi, orfane di Anselmo uscita per 5 falli, mettendo in cassaforte i due punti.

Grande gioia per la società catanese che a fine partita esulta con le ragazze delle formazioni giovanili presenti negli spalti. Le ragazze di coach Colomba tornano a casa con l’amaro in bocca e cercheranno il riscatto tra le mura amiche contro le palermitane del Verga. PGS Sales che vuole continuare a sognare anche domenica prossima, in casa delle ragusane della Ad Maiora.

Tommaso Sindoni

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*